10 motivi principali per visitare Belarus

Alcuni paesi sono mete sognate da ogni viaggiatore, altri, invece, sono nella lista nera. Esistono, poi,  paesi dei quali per un qualche motivo ci si dimentica. E ci si perde molto. Belarus fa parte di questi ultimi. Proviamo insieme a superare i pregiudizi per assicurarci che Belarus va visitata davvero.

1. Dove ci sia un ospite, ci sarà l’Iddio.

Questo detto popolare rispecchia uno dei tratti più salienti del popolo bielorusso. Sin dai tempi antichi, infatti, l’ospitalità l’aveva contraddistinto. In ogni casa il cibo più prelibato era sempre riservato agli ospiti. L’oste persino lasciava il proprio letto all’ospite. I tempi, certamente, sono cambiati ma il meglio delle tradizioni rimane. Amichevolezza, ospitalità e affidabilità – ecco le cose di cui i bielorussi possono andare fieri come popolo. Per un viaggiatore, sarete d’accordo, tutto ciò non è di poco conto.

2. Facciamo uno spuntino?

Esiste un’opinione per cui pressoché tutti i piatti della cucina nazionale bielorussa sono a base di patate. Difatti,  questo ingrediente è davvero molto popolare e viene effettivamente usato nella preparazione di molti piatti tradizionali che per inciso vanno assaggiati. Tuttavia, Belarus non è l’unico paese dove le coltura in questione vanta tutta questa popolarità. Così, i maggiori produttori di patata sono la Cina e l’India. Se dopo tutto non volete rinunciare ai vostri piatti preferiti, senz’altro troverete qualcosa di vostro gradimento nei numerosi ristoranti e caffé bielorussi.

 3. Le tradizioni autoctone.

In Belarus vì è molto rispetto verso la cultura popolare e le antiche tradizioni. Prima dell’arrivo del Cristianesimo gli abitanti del moderno territorio di Belarus erano pagani e veneravano gli antenati e la natura. Tante tradizioni pagane sono state conservate. Toccate con mano la magia delle antiche feste e prendete parte a Kupallje e Klikanje (“Richiamo”) della Primavera.

4. Tradizioni architettoniche secolari.

Con il passare del tempo Belarus ha assorbito diverse tradizioni architettoniche. Alcune di queste venivano adottate nel loro aspetto originario, altre acquisivano delle sfumature locali. Avete un’ottima possibilità per immergervi nel passato visitando le bellezze architettoniche del paese. I complessi dei castelli di Mir e di Nesvizh, per inciso, fanno parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

5. La memoria della Seconda Guerra mondiale.

La Grande Guerra patriottica è una delle pagine più orrende della storia di Belarus. Il paese fu quasi completamente distrutto. La guerra, inoltre, portò via la vita di ogni quarto bielorusso. Oggi i memoriali come la Fortezza di Brest o Chatyn ricordano a tutti i viventi quel periodo orrendo e, soprattutto, l’eroismo degli abitanti di Belarus che avevano combattuto per la patria.

6. La terra degli uomini illustri.

Belarus è la patria di tanti famosi pittori, musicisti, politici, illuministi, scrittori e poeti. Se ancora non conoscete Efrosinnja Polockaja, Francisk Skorina, Lev Sapega, Michail Kleofas Oginskij, Napoleon Orda, Janka Kupala, Jakub Kolas, Marc Chagall, Vasil Bykov, allora visitate Belarus, i  suoi musei, gallerie e biblioteche e scoprite il contributo al patrimonio culturale mondiale di queste personalità eminenti.

7. L’insuperabile bellezza della natura.

All’incirca 36 per cento del territorio di Belarus è occupato dai boschi, ci sono più di 11 mila laghi e più di 20 mila fiumi. Siete impressionati? Allora dovreste vedere con i vostri occhi gli spettacolari paesaggi bielorussi che in ogni stagione acquistano un fascino inimitabile. E, senz’altro, riservano qualcosa che vi stupirà.

8. Un biglietto?

Non potete vivere senza i libri o siete appassionati di teatro, o, forse, il circo è  una vostra passione? Allora acquistate un biglietto al più presto! Per esempio, per una delle proiezioni del festival di cinema di Minsk «Listapad» che ha luogo ogni anno a novembre. O per uno spettacolo al Teatro Accademico Nazionale dell’Opera e del Balletto di Belarus? Oppure, vada per il circo?

9. Lei it Snow!

La vista dei cumuli di neve bielorussi non mancherà di ricordarvi le parole di questa famosa canzone cantata da Frank Sinatra. Se non vi spaventano i geli rigidi, allora siete i benvenuti! Godetevi i divertimenti invernali in Belarus!

10. Rapporto vantaggioso qualità-prezzo.

Visitando Belarus, non solo andreste incontro a una grande quantità di indimenticabili impressioni e di divertimenti, non solo aggiungereste una nota di freschezza alla vostra vita ma trovereste anche un impiego vantaggioso per i vostri mezzi. Ad esempio, i trasporti sono molto accessibili in confronto ai molti paesi europei, e che dire dei souvenir (per esempio, gli oggetti di lino e di cristallo) che saranno davvero un affare!

De gustibus non disputandum, come si dice. E in Belarus i gusti non si discutono senz’altro. Qui potete scegliere il tipo di vacanza che fa per voi, e godervela!E noi saremo lieti ad aiutarvi in questo!

 

Read More


Proud of the nation: famous Belarusians...

Each country - it’s its heroes. Belarusian scientists, astronauts, writers, athletes, businessmen are now known all over the world. They dedicate themselves entirely to favorite business, but never forget who they are.

The Minsk Height

Built anew after the war, the capital of Belarus is a city embracing its own unique brand of modernity. A metropolis of nearly 2 million, Minsk is where nostalgia of Stalinist buildings and Soviet parks meets contemporary art galleries, stylish bars and excellent local eateries.

KILLTODAY: The Leather I Live In. Interview with the founder of the successful Belarusian brand of accessories

KILLTODAY is ahead of many of its competitors. It was the brand that began to produce too brave for our society sword belts, it also arranged the first in Belarus photosession with plus-size models.

Commenti