Il Palazzo Butrimovich

Indirizzo: Brest region, Pinsk, Lenin street, 44
Visualizza la mappa
Ottenere direzioni

La data ufficiale dell’inizio della costruzione del Palazzo Butrimovich a Pinsk viene fatta risalire al 7 settembre 1784 quando l’ultimo re della Confederazione Polacco-Lituana August Ponjatowskij, arrivato per l’occasione a Pinsk, mise la prima pietra delle fondamenta, una piastra recante un’inscrizione. Il palazzo in sé rappresentava un classico edificio a P composto da un unico piano collocato sopra un seminterrato piuttosto elevato destinato ai locali di servizio. Nella posa delle fondamenta fu usato un sistema piuttosto complesso di drenaggio. L’entrata principale del palazzo si trovava nel cortile. Al suo interno il palazzo era progettato sì che le due sale, quella principale e quella da ballo, creassero due gallerie parallele comunicanti fra di loro tramite aperture di passaggio. In fondo alle gallerie si trovavano gli studioli attraverso quali si accedeva alle stanze padronali. I passaggi verso i locali di servizio erano, invece, sapientemente nascosti e separati per far sì che i domestici potessero adempiere ai loro obblighi senza disturbare i padroni di casa. 

Картинки по запросу дворец бутримовича

Il palazzo apparteneva a Mateusz Butrimovich (1745-1814), un versatile uomo di stato e d’affari, riformatore, giudice cittadino, nonché deputato del Tribunale della Lituania. Un grande patriota di Polessje, ebbe un ruolo importante nello sviluppo economico della regione. Tre famiglie storiche gloriose di Polessje – i Butrimovich, gli Orda e gli Skirmunt – furono a turno i proprietari del palazzo. La figlia di Mateusz, Jozefina, sposò Michail Orda mentre la nipote Ortensia – Alexandr Skirmunt. Una volta tornato dall’emigrazione, qui visse e operò Napoleon Orda (1807-1883) – pittore, musicista, compositore, pedagogo. In seguito a diventare l’ultima padrona del palazzo è Costanza Skirmunt. 

Nei tempi sovietici il palazzo venne adibito al cinema per i piccoli e alla Casa del Pioniere. La costruzione di un albergo davanti al fiume separò il palazzo da quest’ultimo e dalle costruzioni di servizio adiacenti (una di queste stilizzata al classicismo fu venduta nel 1913 alla giunta regionale) e il palazzo finì nell’incuria. L’anno 2009 vide una nuova pagina nella storia del palazzo: furono terminati i lavori di restauro iniziati nel 2007 e fu inaugurato il Palazzo delle Unioni Civili di Pinsk. Tuttavia la storia di «Pinskij Mur» (il nomignolo storico del palazzo) rivive nell’esposizione di un minimuseo situato nell’ala destra del palazzo. 

Read More


Il Palazzo Tyzenhauz

La cittadina Postawy è conosciuta dal 1552 come un insediamento privato. Nella seconda metà del XVIII secolo ne fu proprietario Antonio Tyzenhauz. Su sua iniziativa vi furono costruite alcune fabbriche, un mulino, un’officina di lavorazione dei pellami e un complesso architettonico residenziale.

Palace and Park Ensemble in Stankovo Village

In the village of Stankovo Count Emeryk Hutten-Czapski built a wonderful manor that became his family nest. The palace itself reflected his nostalgia for the Middle Ages.

Museum-Estate of Ilya Repin "Zdravnevo"

The Zdravnevo estate is located near the village of Koitovo, on the left bank of the Western Dvina. In 1892 it was acquired by the famous Russian painter Ilya Repin.

Commenti