Il Museo Statale Bielorusso della storia della Grande Guerra patriottica

Indirizzo: Minsk, Pobediteley prospect, 8
Visualizza la mappa
Ottenere direzioni

Oggi è uno dei più significativi e imponenti musei del mondo – insieme alle ricchissime collezioni di Mosca, Kiev, Nuova Orleans che raccontano gli eventi della Seconda guerra mondiale. In quegli anni terribili Belarus perdette ogni terzo abitante – morirono circa 3 milioni di persone, fra cui quasi 50 mila partigiani e militanti clandestini. Sul territorio del paese furono attivi 250 lagher della morte fra i quali il tristemente famoso Trostenec – uno dei più ingenti dopo Auschwitz, Majdanek e Treblinka.  

Картинки по запросу музей великой отечественной войны минск

La collezione del primo al mondo museo della grande guerra patriottica fu fondata nel giugno del 1942 quando ancora nessuno poteva supporre quanto sarebbe durata quella tragedia di sangue. I futuri oggetti da esposizione venivano mandati direttamente dal fronte alla Commissione per la collezione dei documenti e materiali di guerra che si trovava in evacuazione a Mosca. Fra le prime cose di valore furono le cronache del movimento partigiano, edizioni a stampa o manoscritte, arme artigianali …

Картинки по запросу музей великой отечественной войны минск

L’edificio moderno del museo impressiona non solo per le imponenti misure ma anche per il suo simbolismo atto a rispecchiare le pietre miliari della storia degli anni 1941-1945. La struttura architettonica è composta da 4 blocchi principali secondo il numero degli anni di guerra e dei fronti che parteciparono alla liberazione di Belarus. La facciata principale ricorda i fuochi d’artificio festivi: 11 “raggi” brillanti in acciaio inossidabile simboleggiano la Grande Vittoria e nello stesso tempo ricordano i 1110 tragici giorni e notti dell’assedio di Minsk.

Картинки по запросу музей великой отечественной войны минск

Nel museo, su una superficie vasta più di 3000 kilometri quadrati, si può vedere più di 8 mila oggetti esposti che parlano della storia della Grande Guerra patriottica. In tutto, i fondi comprendono circa 145 mila rarità raccolte durante le azioni di guerra sul territorio dell’Europa Orientale e della Germania più quelle trasmesse dalle ambasciate dei vari paesi già nel tempo di pace.

Картинки по запросу музей великой отечественной войны минск

Le rarità di guerra sono raccolte in 28 collezioni e sono esposte in 10 sale tematiche seguenti:

  • Il mondo e la guerra

  • Il mondo alla vigilia e durante la Seconda guerra mondiale

  • La strada della guerra

  • L’inizio della Grande Guerra patriottica. La lotta difensiva in Belarus nell’estate del 1941. La battaglia di Smolensk. Lo scontro nei pressi di Mosca nei 1941-1942.

  • La svolta radicale nel corso della guerra. Il retrofronte sovietico

  • Il regime d’occupazione nazista sul territorio di Belarus. 1941-1944

  • Il movimento partigiano e la lotta antifascista clandestina in Belarus. La partecipazione dei cittadini sovietici alla Resistenza europea dei 1941-1945

  • La liberazione di Belarus. La caduta della Germania nazista, dei suoi alleati e del Giappone militarista

  • Belarus dopo la liberazione. 1944-1950. La memoria della guerra

  • Gli eredi della Grande Vittoria

Картинки по запросу музей великой отечественной войны минск

Картинки по запросу музей великой отечественной войны минск

Un interesse particolare presentano:

  • La collezione di 27 mila documenti (le comunicazioni di battaglia, ordini, resoconti, diari delle azioni di guerra, le caratteristiche dei soldati)

  • Fino ai giorni nostri si è conservata la lettera del comandante della sesta divisione di Vermacht, il generale Friedrich Paulus, del 19 settembre 1942

  • La collezione della grafica militare (più di 3 mila schizzi, caricature e mini poster) e pittura militare(circa 500 fra acquerelli e pastelli)

  • Le bandiere di battaglia delle divisioni militari e delle unioni e brigate partigiane

  • La forma militare e abiti civili dall’URSS, Germania, Italia, Usa, Ceccoslovacchia, Francia

  • Effetti personali dei famosi nativi di Belarus (i marescialli dell’Unione Sovietica Ivan Jakubovskij, Vasilij Sokolovskij, Stepan Krasovskij)

  • L’esposizione dei macchinari da guerra e delle armi (i carri armati T-34, IS-3, la famosa BM-13« Katiuscia», l’aereo di trasporto militare LI-2)

  • Armi leggere e pezzi d’artiglieria.

Картинки по запросу музей великой отечественной войны минск

Nella presentazione dell’esposizione sono impiegati le tecnologie multimediali: lo schermo a sfera, installazioni 3-D olografiche, lo schermo di nebbia atto a creare l’effetto di fiamma. Nelle sale sono attivi degli infostand presso i quali è possibile “sfogliare” i documenti di guerra, inclusa la corrispondenza dei marescialli, ordini tedeschi, edizioni manoscritte e lettere dal fronte; vedere le liste dei villaggi bruciati, dei prigionieri dei lagher … Sui larghi schermi a plasma si proiettano le rare sequenze della cronaca cinematografica e, inoltre, più di 40 mila fotografie del tempo.   

Read More


Casa-museo Vankovich

Pressoché al centro della Minsk odierna si è conservata una modesta villa nobiliare. Secondo gli esperti, si tratta di una perla architettonica dell’inizio del XIX secolo: come confermano le numerose ricerche, l’edificio è stato costruito in stretta osservanza dei canoni del classicismo secondo le proporzioni della “sezione aurea”.

National Historical Museum of the Republic of Belarus

The National Historical Museum of the Republic of Belarus is one of the country’s most popular museums. Its holdings house the biggest museum collection in Belarus numbering about 400,000 items.

Berestye Archaeological Museum

Berestye Archeological Museum is unique in Europe, because its visitors can view an archaeological site displaying an authentic East Slavic wooden town dating back to the 13th century.

Commenti